FacebookTwitter

Stelle a una stella

Cosa penserebbero il povero Svevo leggendo che la sua prosa è “pesissima” e Melville che il suo capolavoro è “logorroico”? Andrebbero probabilmente in crisi come qualunque scrittore alle prese con una recensione negativa. Cosa fare quando capita? Se il giudizio è del tipo: “Libro pieno di refusi e male impaginato, scrittura sgrammaticata, trama inconsistente e personaggi stereotipati” consiglio di attivare la modalità “autocritica” e verificare che il recensore non abbia almeno un po’ di ragione. Spesso però si tratta semplicemente di lettori non in sintonia con il genere, lo stile o l’argomento trattato. Persone che hanno acquistato il libro immaginandolo diverso da quello che è. Conosco quella sensazione di attacco personale e riconosco anche la tentazione di dare la colpa ai fake, scrittori presumibilmente invidiosi del nostro grande successo. Ma è meglio resistere all’impulso di rispondere o di scatenare una caccia alle streghe. Non porta alcun vantaggio. Guardiamo invece all’esperienza in prospettiva. Puoi essere la pesca più bella e succosa del cesto, ma troverai sempre qualcuno allergico alle pesche. Volete la prova? Ecco alcune recensioni ai grandi classici, tutte vere e trascritte pari pari. Mettetevi comodi. 3 su 5 stelle Bello ma impegnativo Questa recensione è su: Il conte di Montecristo Libro davvero molto bello, ma non esattamente una lettura estiva. Dumas è grandioso, ma anche molto molto impegnativo… Quindi se cercate qualcosa di leggero da leggere prima di dormire, questo libro non fa al caso vostro… 3 su 5 stelle Bello ma non aspettatevi Montecristo Questa recensione è su: I tre moschettieri Un grande classico che ha ispirato tanti film, canzoni, cartoni animati. Alcune parti sono più appassionanti e divertenti, altre hanno ritmo lento e la trama si perde un po’. Se volete divertirvi con Dumas meglio il Conte di Montecristo. Refusi accettabili. 3 su 5 stelle Moby Dick Questa recensione è su: Moby Dick commento iniziale eccessivo e soprattutto magniloquente. Testo in alcune parti logorroico e non pertinente all’azione. Conclusione infantilmente drammatica. complessivamente: si può leggere (con calma!) 2 su 5 stelle No Kafka per me… Questa recensione è su: La metamorfosi e tutti i racconti non mi è proprio piaciuta questa raccolta, Kafka non mi piace, non posso farci niente… L’allegoria vuota non è una figura che mi soddisfa… 2 su 5 stelle Non è per tutti Questa recensione è su: Decameron Se hai letto la divina commedia, se ami la lingua italiana originaria, questo testo fa per te. Altrimenti diventa molto noioso. 1 su 5 stelle Quasi illeggibile Questa recensione è su: Cent’anni di solitudine A me pare un libro sostanzialmente vuoto e per nulla comico come dicono molti, sembra una cosa scritta per bambini ma venuta male. 2 su 5 stelle Mah Questa recensione è su: La coscienza di Zeno Boh, io non l’ho capito molto… ho tentato + volte di iniziarlo al liceo ma senza successo. Finalmente lo leggo a distanza di anni. Ma non mi ha preso, e pertanto leggendolo a pezzi ha assunto soprattutto i tratti della storiella… 2 su 5 stelle Classico della letteratura francese Questa recensione è su: Bel-Ami Libro adatto a chi a scuola per il triennio studia la letteratura francese a mio parere non è piaciuto, ci sono romanzi migliori 1 su 5 stelle Una storia da evitare Questa recensione è su: Lolita Questo è un romanzo che ha fatto molto parlare di sé, oserei dire una pietra miliare nella letteratura erotica. Io l’ho acquistato dopo aver letto la trilogia di Cinquanta Sfumature. La letteratura erotica mi era praticamente sconosciuta come genere letterario, pertanto ho deciso di leggere questo romanzo considerato un imperdibile del genere. Io sinceramente ne sono rimasta disgustata e scandalizzata! E’ nulla di più che una storia di pedofilia. Potrò sembrare drastica, ma a mio avviso andava proprio censurato. Sono arrivata alla fine solo ed esclusivamente per vedere sin dove si spingesse l’autore. IL romanzo è la storia di un uomo maturo che si invaghisce di una ragazzina e grazie al destino e alla sua intraprendenza ne diventa il tutore. La storia si snoda in giro per gli Stati Uniti dove l’uomo conduce la piccola per non lasciar tracce di sé. IO ne sconsiglio vivamente la lettura che trovo morbosa e malata. Il peggior libro mai letto per i contenuti, se pur scritto molto bene. Conclusione: Un testo da evitare 2 su 5 stelle Deludente Questa recensione è su: Il grande Gatsby Mi avevano detto che la storia era molto bella. Non mi ha entusiasmato affatto! L’ho finito perché non mi piace lasciare i libri a metà. 1 su 5 stelle Pessimo Questa recensione è su: I Promessi sposi Proprio non mi va giù. Classica lettura obbligata al liceo, trovo lo stile indigesto, la storia decadente e i personaggi insopportabili. 2 su 5 stelle così si scrive in Italiano Questa recensione è su: Il fu Mattia Pascal così si scrive in Italiano. non ci sono dubbi, ma sono viziato dalla romanzistica moderna da storie affascinanti da ritmi incalzanti. insomma non mi è piaciuto, resto ammirato solamente dalla scrittura in senso tecnico 1 su 5 stelle Sconsigliato Questa recensione è su: Sulla strada Dire che è ripetitivo e noioso è quasi un complimento. Considerate le aspettative che un lettore potrebbe avere da questo libro (preso atto che è nei migliori 100 romanzi del secolo XX) se ne rimane molto molto delusi. Lo colloco tra i peggiori libri letti (sicuramente nella flop ten) e ad un amico ne sconsiglierei vivamente la lettura. 2 su 5 stelle Ottocentesco Questa recensione è su: Madame Bovary Ormai la storia della moglie fedifraga raccontata...

Il contratto di traduzione

La traduzione del proprio libro in altre lingue sta prendendo piede e gli scrittori si interrogano su come impostare il rapporto con il traduttore che trasformerà la loro opera in un libro appetibile sul mercato internazionale. In particolare si chiedono come scegliere un professionista serio e affidabile e come regolamentare il lavoro che svolgerà.   La scelta del professionista Si può chiedere al traduttore di inviare il proprio curriculum, referenze e campioni di testi già tradotti. È più raro che gli si chieda di sottoporsi a una prova di traduzione, che comporta un notevole dispendio di tempo da parte del professionista. Le principali caratteristiche da verificare sono: ottima conoscenza delle lingue di partenza e di destinazione; esperienza specifica nella traduzione di narrativa o saggistica, a seconda dei casi; accessibilità e disponibilità per la risoluzione di dubbi interpretativi e quant’altro. Scelto il traduttore più adatto e concordati tempi, compensi e modalità della collaborazione, le parti possono tutelarsi reciprocamente firmando un accordo, soprattutto se lavorano insieme per la prima volta. Ecco un contratto tipo, equilibrato nei diritti e nei doveri, che l’autore può sottoporre al traduttore. Poiché il testo della quinta di copertina può diventare la descrizione del libro sui siti di vendita online, consiglio di farlo tradurre, insieme alla propria bio-bibliografia, anche se non si prevede di stampare il libro in formato cartaceo.   Il contratto di traduzione tipo Luogo e data Sono lieto di affidarle la traduzione dal … al… della seguente opera, di cui sono l’autore: TITOLO DELL’OPERA Con il presente contratto, lei si impegna: 1) a consegnare la traduzione completa, riveduta e pronta per la stampa secondo le norme tipografiche e redazionali allegate a questo contratto, entro il termine del… Trascorso questo termine, il presente accordo si intende decaduto, salvo differenti intese. La traduzione dovrà essere assolutamente integrale – salvo mia diversa indicazione – e riprodurre i medesimi “a capo” dell’originale; 2) a restituire il testo originale dell’opera, se fornito in forma cartacea; 3) a tradurre, allo stesso compenso di cui al par. 6, la quarta di copertina e le notizie bio-bibliografiche sull’autore che le venissero inviate insieme al testo; 4) inoltre lei cede al sottoscritto qualsiasi diritto relativo all’impiego e allo sfruttamento della sua traduzione per la durata di anni venti, e quindi anche il diritto di utilizzarla in altre forme, che non quelle di libro, quali riproduzioni anche parziali su quotidiani o periodici, televisione, radio, cinema, mezzi di comunicazione elettronica e a qualsivoglia titolo digitale; 5) nella pagine relativa alle indicazioni di copyright comparirà il suo nome in qualità di traduttore; 6) a compenso di quanto sopra, lei riceverà un forfait di euro… al lordo delle ritenute di legge. I pagamenti avverranno secondo il seguente schema:… 7) nel caso di pubblicazione cartacea, le invierò due copie gratuite dell’edizione; 8) non procederò al pagamento se la traduzione non sarà completa in ogni sua parte e accompagnata dal materiale richiesto. Lieto di questa occasione di collaborazione, la prego di restituirmi copia della presente da lei firmata in originale in segno di accordo. Con i migliori saluti, L’autore Indirizzo e dati identificativi Per accettazione Il traduttore Indirizzo e dati identificativi   Cessione del diritto d’autore e correzione delle bozze La durata massima della “cessione del diritto di sfruttamento economico” delle opere dell’ingegno, alla cui categoria appartengono anche le traduzioni, è fissata per legge in vent’anni. Vale per tutte le opere dell’ingegno, lo dico per inciso. Se l’autore lo ritiene, può aggiungere al contratto standard la richiesta che il traduttore riveda le bozze impaginate prima della pubblicazione, per correggerne eventuali errori. Questo è utile nel caso l’autore sia poco o per nulla ferrato nella lingua di destinazione. Per ulteriori dubbi o richieste e per condividere la vostra esperienza contattatemi o lasciate un...